GLI EDEMI “BORDERLINE” DEGLI ARTI INFERIORI – LA TERAPIA MEDICA


La terapia medica dell’edema degli arti inferiori mira alla rimozione della parte idrica e, in particolar modo, alla quota proteica di cui è ricca la linfa e quindi riduzione dell’edema.

È importante l’integrazione tra il trattamento medico e fisioterapico.

I farmaci di cui si dispone si riducono in tre grosse famiglie:

  1. farmaci ad azione diretta sul sistema linfatico come i benzopironi (CUMARINA, L’ESCULETINA, I FLAVONOIDI, LA DIOSMINA, GLI OLIGOMERI PROCIANIDOLI, L’ESCINA E IL MELITOLO);

  2. farmaci ad azione indiretta come i diuretici (FUROSEMIDE);

  3. farmaci che agiscono sulle complicanze dell’edema (linfagiti, erisipela e ulcere ditrofiche) come vitamine (es. vit. A, C, E con effetto antiossidativo e cute protettivo), antibiotici (cefalosporine di II e III generazione e antimicotici) e FANS (per la cura delle forme di flogosi cutanea e della rete linfatica che risultano spesso algogene e fastidiose per il paziente).

Stadio I

Cumarina + Melitolo + Ginko

DLM 1-3 sedute settimanali per 15-20 giorni

Stadio II

Cumarina + Melitolo + Ginko

DLM 1-3 sedute settimanali per 15-20 giorni

+ pressoterapia segmentaria

+ elastocompressione

+ mesoterapia

Stadio III

Cumarina + Melitolo + Ginko

DLM 1-3 sedute settimanali per 15-20 giorni

+ pressoterapia segmentaria

+ elastocompressione

+ mesoterapia con Mesoglicani

Stadio IV

Cumarina + Melitolo + Ginko

DLM 1-3 sedute settimanali per 15-20 giorni

+ pressoterapia segmentaria

+ elastocompressione

+ mesoterapia con Mesoglicani

+ vaccinoterapia ripetibile (VAP)

Stadio V

Cumarina + Melitolo + Ginko

DLM 1-3 sedute settimanali per 15-20 giorni

+ pressoterapia segmentaria

+ elastocompressione

+ mesoterapia con Mesoglicani

+ vaccinoterapia ripetibile (VAP)