TRATTAMENTI E TECNICHE CHIRURGICHE – LA INTRADERMOTERAPIA


È il termine consigliato dalla Società Italiana di Mesoterapia (SIM), in sostituzione di quello storico di Mesoterapia, al fine di definire la metodica in maniera più appropriata e per sottolinearne l’esclusiva competenza medica. La metodica consente un’azione prolungata ed intensa del farmaco, in quanto il principio attivo diffonde lentamente dalla zona trattata, con un migliore effetto terapeutico rispetto alla via sistemica.

Intradermoterapia nella PEFS

 Le attuali Linee Guida della SIM, dopo accurata revisione critica dei farmaci usati in passato, escludono l’utilizzo di famaci lipolitici, di cocktails farmacologici, o di farmaci in associazione e restringono il campo ai soli farmaci vasoattivi. In tal modo si evitano effetti collaterali e possibili complicanze e si predilige un’attività terapeutica volta al controllo ed alla cura delle cause nonché al ripristino della fisiologia cutanea nella regione interessata.

Farmaci:

  • Mesoglicano sodico, farmaco della Farmacopea ufficiale in uso off label.

  • Lymdiaral farmaco omeopatico, off label per la Farmacopea ufficiale, autorizzato per la somministrazione intradermica.

Protocollo:

  • Stadio I (edema) e Stadio II (fibrosi):

1 seduta settimanale per 4 settimane e 6 sedute quindicinali con Lymdiaral. Sedute di mantenimento a cadenza variabile a seconda del risultato raggiunto.

  • Stadio II e Stadio III (fibrosclerosi):

1 seduta settimanale per 4–6 settimane con Lymdiaral e 6 sedute quindicinali con Mesoglicano. Sedute di mantenimento a cadenza variabile a seconda del risultato raggiunto.

  • Stadio III e IV (micro-macronodulare):

1 seduta a settimana per 4 settimane e 6 sedute quindicinali con Mesoglicano. Sedute di mantenimento a cadenza variabile a seconda del risultato raggiunto.

Valutazione di controllo dopo 2 settimane dalla decima seduta.

Tecnica:

vengono iniettate piccole dosi di farmaco con aghi 27G da 4mm nella sede interessata dal processo patologico.

Effetti Collaterali:

Nelle sedi di inoculo Ecchimosi che si risolvono generalmente in 3–4 gg.

Controindicazioni:

  • Malattie Neoplastiche

  • Malattie Autoimmuni

  • Diatesi Allergica

  • Ipersensibilità al viscum album, un componente del lymdiaral che potrebbe provocare riduzione della pressione arteriosa

  • Pazienti in terapia con anticoagulanti

  • Gravidanza e Allattamento

Consenso Informato:

 La SIM raccomanda la compilazione del consenso informato da parte del paziente e la spiegazione, da parte del medico, della metodica, delle sue indicazioni, controindicazioni, effetti collaterali e vantaggi.